Ecco le 5 regole d’oro del buon ricercatore iconografico

Il ricercatore iconografico è il professionista delle immagini.

Trova l’immagine perfetta per il tuo progetto, sa dove e come cercarla, conosce il mondo degli archivi e quello del copyright. Spesso però viene chiesto a qualcun altro di occuparsi della ricerca di immagini per un progetto, soprattutto fuori dal mondo dell’editoria.

 

Play Time, 1967 (colour litho), Flisak, Jerzy (1930-2008) Private Collection Photo © Christie's Images Bridgeman Images

 

Ecco le 5 regole d’oro del buon ricercatore iconografico:

1) Essere curiosi. Una delle deformazioni professionali di noi iconografi è iniziare un libro dalla pagina dei crediti fotografici. Le immagini pubblicate su un libro infatti sono sempre referenziate. Analogamente frequentando blog, social network come Pinterest, altri siti di agenzie fotografiche e archivi si possono sempre scovare nuove fonti e immagini per il prossimo progetto.

2) Farsi molte domande. L’iconografo agisce sempre con il sospetto e l’accortezza tipica di un uomo di legge quando si avvicina a un’immagine. La posso usare? C’è un copyright da chiarire? Da dove proviene l’immagine?

3) Non darsi mai per vinti. Per fare l’iconografo ci vuole una buona dose di pazienza, sia nei confronti dei colleghi che verso le immagini. Molte volte sembra di non venire a capo della ricerca oppure che non si riesca a chiarirne la provenienza o il copyright. D’altra parte spesso colleghi meno esperti cercano le immagini su internet… A proposito, hai già provato la nuova funzione di Bridgeman “Upload your image”?

4) Citare correttamente la propria fonte. Tutte le immagini vanno sempre correttamente indicate con il proprio © o la courtesy indicata dalla propria fonte. Questo permette sempre di risalire alla provenienza delle immagini ed evitare spiacevoli problemi legali per eventuali contestazioni.

5) Valutare il proprio budget. Ogni progetto che preveda l’utilizzo di immagini dovrebbe prevedere un budget, che l’iconografo sa organizzare e rispettare. Dietro ogni immagine infatti si celano molto lavoro, non solo del fotografo, e più copyright da rispettare e riconoscere.

 

Male Maze Icon, 2006 (digital), Thisisnotme (Contemporary Artist) / Private Collection / Bridgeman Images

 

Hai seguito queste regole e non hai ancora trovato le immagini che cerchi? Hai qualche dubbio sui diritti o sulla possibilità di utilizzare correttamente le immagini per il tuo progetto?

Non preoccuparti: ti aiutiamo noi! Il nostro team di account e ricercatori è pronto ad aiutarti in tutte le fasi della tua ricerca iconografica.


Back to top