Fred Stein: avvocato mancato e grande fotografo

 

Manhattan Skyline, New York 1946 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Manhattan Skyline, New York 1946 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

Fred Stein nacque il 3 luglio 1909 a Dresda, in Germania. Da adolescente si interessò alla politica e divenne uno dei primi attivisti antinazisti. Era uno studente brillante e andò all'università di Lipsia per studiare legge. Conseguì la laurea in giurisprudenza in un tempo sorprendentemente breve, ma gli fu stato negata l'ammissione all'ordine degli avvocati tedesco dal governo nazista per "motivi razziali e politici".

 

 Refugee, France 1936 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
 Refugee, France 1936 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

La minaccia del nazismo divenne sempre più pericolosa e dopo che le SS iniziarono a indagare su di lui, Stein fuggì a Parigi nel 1933 con sua moglie, Liselotte Salzburg, con il pretesto di andare in luna di miele.

 

Paris Evening, Paris 1934 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Paris Evening, Paris 1934 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

A Parigi diventarono parte di una cerchia di espatriati, intellettuali e artisti. Durante questo periodo pre-bellico e di mancanza di denaro, Stein iniziò a scattare fotografie. Fu un pioniere della piccola macchina fotografica portatile e con la Leica che lui e sua moglie avevano acquistato come regalo di nozze congiunto, andò in strada a fotografare scene della vita parigina. Vide la speranza e la bellezza in cui la maggior parte della gente avrebbe visto solo la disperazione. 

 

Swing, Paris 1934 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Swing, Paris 1934 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

Quando la Germania dichiarò guerra alla Francia nel 1939, Stein fu messo in un campo di internamento per esiliati nemici vicino a Parigi. Riuscì a fuggire e, dopo un pericoloso viaggio clandestino attraverso la campagna, incontrò la moglie e la figlia a Marsiglia, dove ottennero i visti grazie agli sforzi dell'International Rescue Committee. Il 7 maggio 1941, i tre salirono a bordo della S.S. Winnipeg, una delle ultime navi a lasciare la Francia. Portavano solo la Leica e alcuni negativi.

 

Pigeons, New York 1943 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Pigeons, New York 1943 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

New York era un vivace centro di cultura e Stein ne approfittò. Ha incontrato e fotografato scrittori, artisti, scienziati, politici e filosofi di cui conosceva il lavoro per via dei sui studi e letture. Questo gli permise di coinvolgerli in conversazioni durante le sessioni fotografiche.

 

 Intersection, New York 1948 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Intersection, New York 1948 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

La sua fascinazione per l'umanità contiunò, e prese a camminare per le strade di New York, documentando la vita quotidiana partendo dalla Fifth Avenue fino ad Harlem.

 

 Post No Bills, New York 1946 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Post No Bills, New York 1946 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

Lavorava con discrezione e rapidità, valorizzando l'importanza di catturare liberamente il momento narrativo che rivela il soggetto nella sua luce, e non come materiale secondario all'interpretazione fotografica.

 

 Harlem, New York 1947 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Harlem, New York 1947 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

Preferiva l'illuminazione naturale ed evitava allestimenti elaborati ed effetti drammatici. Non ritoccava o manipolava il negativo. 

 

 Ballfield New York 1946 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Ballfield New York 1946 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

Sebbene i ritratti fossero la sua principale fonte di reddito e fotografasse molte persone su commissione, generalmente lavorava senza incarichi, fotografando persone e scene che lo interessavano. In seguito offriva questi scatti agli editori e ai photoeditor di riviste, giornali e libri.

 

Hydrant, New York 1947 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Hydrant, New York 1947 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

Stein morì nel 1967 all'età di 58 anni. I suoi ritratti e reportage furono pubblicaati su giornali, riviste e libri in tutto il mondo. Tenne numerose mostre personali, conferenze e pubblicò diversi libri.

 

Vaudeville, New York 1946 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Vaudeville, New York 1946 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

Il ritratto di Albert Einstein è il suo lavoro più famoso: un'immagine iconica di una mente superiore.

 

Einstein, 1946 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images
Einstein, 1946 / Photo © Fred Stein / Bridgeman Images

 

Scopri insieme al lavoro di Fred Stein gli altri grandi fotografi rappresentati da Bridgeman Images in Italia:

 Mario Dondero

Sandro Becchetti

Federico Garolla

Ando Gilardi

Mario Dondero

Maria Vittoria Backhaus

John Haynes

 

Bridgeman Images

Contattaci per qualunque commento o se pensi che ci sia sfuggito qualcosa: siamo sempre alla ricerca di nuove idee e suggerimenti.

Forniamo anche ricerche gratuite, quindi per favore approfittate di questo servizio. Se avete domande in merito alle ricerche o alle immagini di licenza, non esitate a contattarci.

 


Ritorna in cima alla pagina